Ultime Notizie
Home >> Sport e tempo libero >> Fotografia >> Manuali di fotografia >> Reflex digitale: com’è composta?
reflex

Reflex digitale: com’è composta?

Le Reflex o anche Single Lens Reflex (SLR) sono denominate così per via del loro sistema di mira. Le Reflex sono composte dall’obiettivo, dallo specchio, dal pentaprisma, dal mirino, dal display LCD, dall’otturatore, dal diaframma e dal sensore.

L’obiettivo è l’elemento che permette il passaggio della luce all’interno del corpo della reflex: è formato da una o più lenti che “trasmettono” l’immagine reale di un soggetto inquadrato sul piano focale. Il piano focale è il piano posto ad una distanza per la quale un obiettivo forma un’immagine nitida: qui si trova il sensore in grado di registrare un’immagine perfettamente definita.

Il pentaprisma o pentaspecchio (essenzialmente più economico), ha un compito: aggiustare l’immagine sennò i lati destro e sinistro risulterebbero invertiti.

Lo specchio riflette la luce che passa attraverso l’obiettivo per poter visualizzare l’immagine nel mirino. Lo specchio in fase di scatto si solleva in modo che l’immagine possa essere catturata dal sensore, in questa posizione “sollevata” chiude la finestrella dello schermo di messa a fuoco, evitando l’ingresso di luce parassita dal mirino.

Tutto ciò permette di osservare nel mirino della reflex la stessa immagine catturata dall’obiettivo.

Il diaframma è un meccanismo circolare o poligonale formato da lamine metalliche che scorrono l’una sull’altra e che regolano la quantità di luce che passa attraverso l’obiettivo.

L’otturatore è il dispositivo che controlla per quanto tempo la luce colpisce il sensore. Composto da due superfici in stoffa o metallo disposte parallelamente lungo il piano focale che scorrendo verticalmente formano una fessura che lascia passare la luce.

Il mirino è il dispositivo che permette di visualizzare la scena inquadrata. Esistono diversi tipi di mirino: galileiano , a pozzetto, mirino reflex e mirino digitale

Il display LCD è presente in tutti i tipi di fotocamera digitale. Sono spesso scarsamente visibili in condizione di forte illuminazione. Per questo motivo il display può essere accompagnato da un piccolo mirino ottico di tipo galileiano.

Il sensore è dove viene impressionata l’immagine. I più usati sono il CCD e CMOS. Il sensore varia a seconda del tipo di fotocamera, il più grande è il 24mm x 36mm, detto anche Full Frame. Più il sensore è grande più pixel può ospitare, ha una qualità superiore e ad alti ISO il rumore elettronico è minore.

Questi sono tutti i componenti che determinano una Reflex digitale, spero di essere stata abbastanza semplice e coincisa… Buona luce da noi di in3click.tv

No votes yet.
Please wait...

Su Redazione

Potrebbe interessarti anche

stelle

Stelle: Obiettivo rivolto al cielo

Prima di uscire così allo sbaraglio, assicuratevi che non ci sia la luna e controllate il meteo assicurandovi che non piova o che non ci siano nuvole ad oscurare le stelle, trovatevi un posto alla larga da ogni fonte luminosa: anche un palo della luce posto a 200 metri da voi può rovinare la vostra foto con un bagliore arancione. Specialmente chi abita in città dovrà fare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *