Ultime Notizie
Home >> Sport e tempo libero >> Sting entrerà nella WWE Hall of Fame
sting sul ring wwe

Sting entrerà nella WWE Hall of Fame

La WWE ha annunciato nel suo sito ufficiale che Sting verrà introdotto nella classe 2016 della WWE Hall of Fame.

La notizia è stata accolta con molta soddisfazione da molte personalità interne ed esterne alla WWE, tra cui Triple H che ha affermato: “Siamo veramente onorati del fatto che Sting stia prendendo il suo meritato posto nella WWE Hall of Fame. Il suo contributo alla nostra industria è inecomiabile, e non vediamo l’ora di celebrare la sua incredibile carriera con tutti i fan sparsi per il mondo”.

Sting: una panoramica sulla sua carriera

Sting ha debuttato nel lontano 1985 e nel corso della sua carriera è stato 12 volte campione del mondo considerando i titoli mondiali di TNA, WCW e NWA. Ha raggiunto l’apice del suo successo nel periodo di permanenza in WCW, durato a partire dal 1988 fino alla scomparsa della federazione, avvenuta a inizio 2001. Per questa costanza, Sting ha guadagnato il soprannome di “The Franchise”, ovvero “Il volto”. Col tempo ha guadagnato anche altri soprannomi come “The Icon” o “The Vigilante”, quest’ultimo a causa del suo personaggio particolare.

sting
Sting e Ric Flair sono stati grandi rivali.

Dopo l’assorbimento della WCW da parte della WWE, Sting è tornato sulla cresta dell’onda in TNA, lavorandoci dal 2003 al 2014 e conquistando ben 4 volte il titolo mondiale della federazione.

Sono pochi i wrestler che, pur non andando in WWE, hanno girovagato negli USA diventando leggende della disciplina. Uno di questi è proprio Sting, aka Steve Borden. Ad onor del vero, solo nell’ultimo anno Sting ha avuto modo di lottare in WWE, debuttando a Wrestlemania contro Triple H e lottando l’ultima volta (probabilmente di tutta la sua carriera) contro Seth Rollins a Night of Champions 2015.

Perché “ultimo incontro della sua carriera”?
Per chi non lo sapesse, “The Icon” si è infortunato in maniera molto grave nel suo ultimo incontro, un atterraggio forse troppo violento su un turnbuckle gli ha procurato una stenosi spinale. Il momento dell’infortunio è visibile qui.
Considerati l’infortunio e l’età dell’atleta, ormai 56enne, sarà molto difficile rivederlo nuovamente su un ring mentre mette nuovamente a rischio la sua incolumità.

Non resta quindi che omaggiarlo quando verrà inserito nella Hall of Fame WWE, nel corso della celebrazione che avverrà la sera prima di Wrestlemania, il 2 aprile 2016.

No votes yet.
Please wait...

Su Sinhuè Rossi

Sono appassionato di videogames, programmazione, tecnologia e tutti i settori che girano attorno. Leggo e studio tanto, nella speranza di farmi una cultura e sapere cosa mi circonda. Scrivo per passione.

Potrebbe interessarti anche

daniel bryan

Daniel Bryan è costretto al ritiro

Daniel Bryan, uno dei wrestler migliori al mondo, si è ufficialmente ritirato. E' una notizia degli ultimi giorni, annunciata con un tweet dallo stesso Bryan e dalla WWE nel suo sito ufficiale. Che dire? Beh, si tratta di una brutta notizia per

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *