Ultime Notizie
Home >> Sport e tempo libero >> Fotografia >> Giovanni Verga: tra letteratura e fotografia.
Giovanni Verga

Giovanni Verga: tra letteratura e fotografia.

VergaTutti conoscono Giovanni Verga come scrittore, ma non molti sanno che egli è stato uno dei primi italiani a sperimentare la fotografia.

Giovanni Verga nasce il 2 settembre 1840 in provincia di Catania. E’ stato un drammaturgo italiano e il massimo esponente della corrente letteraria del verismo, nella quale l’obiettivo primario era quello di scrivere opere letterarie rappresentando il “vero” in modo oggettivo, cioè senza il giudizio e i commenti personali dell’autore.

Verga venne in contatto con la fotografia già da piccolo ma è solo grazie al verismo che si avvicina sempre più all’arte fotografica.

La rappresentazione del “vero” la si può decisamente accostare a un discorso fotografico.
A partire dal 1839, con l’affermarsi della fotografia, si passava dai dipinti alle foto, quindi dal rappresentare ciò che si vedeva in modo soggettivo a modo oggettivo. Questo perché l’artista, nei dipinti, avrebbe sempre messo “qualcosa di suo” mentre ciò non accadeva nella fotografia, nella quale il fotografo non poteva introdurre le sue emozioni o i suoi pensieri, ma era solo un modo di rappresentare i fatti in modo vero, reale.

Come la maggior parte degli intellettuali della sua epoca, Giovanni Verga venne rapito da questa nuova tecnologia che contribuì a far si che un nuovo modo di pensare si sviluppasse nello scrittore, ossia che la realtà poteva essere rappresentata senza l’intervento dell’artista che immancabilmente finiva per distorcerla secondo la sua visione.

I soggetti prediletti di Verga erano quelli appartenenti al suo mondo: familiari, amici, contadini. Egli non intraprende la ricerca di una foto artistica né di una tecnica perfetta, il suo obiettivo era quello di mantenere un linguaggio fotografico ridotto al minimo, di cogliere l’attimo, in modo tale da fermare la vita in un momento reale, vero, che rappresentasse semplicemente quel fatto così com’era.
Le foto di Giovanni Verga a un primo impatto potrebbero dare l’impressione di una scarsa abilità nel maneggiare una macchina fotografica, ma con un analisi più accurata delle istantanee verghiane notiamo proprio che la peculiarità di queste ultime sono proprio le sfocature, le inquadrature sbilanciate e le alonature. Sono questi “banali” errori a rendere le foto di Verga più vicine alla realtà. E’ questo che rende unica la tecnica di Verga, proprio questo modo “imperfetto” di fotografare.

Ecco alcune sue fotografie:

Rating: 3.0. From 1 vote.
Please wait...

Su Redazione

Potrebbe interessarti anche

Canon EF 11-24mm

Canon EF 11-24mm f/4 L USM, il nuovo obiettivo per reflex FF.

Il Canon 11-24mm f / 4L USM presenta uno schema ottico con 16 elementi in 11 gruppi e con 4 elementi asferici che garantiscono un buon controllo della distorsione, ci sono anche degli elementi super

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *