Ultime Notizie
Home >> Sport e tempo libero >> Fotografia >> Manuali di fotografia >> Foto al mare: come proteggere l’attrezzatura.
mare

Foto al mare: come proteggere l’attrezzatura.

In questo periodo a chi non è capitato di fare un salto al mare o ci andrà in vacanza tra qualche giorno? Ecco, in questo articolo vi aiuterò a proteggere l’attrezzatura dalla salsedine, sabbia, insettini e tutto quello che è presente al mare.

Fare foto al mare implica un sacco di rischi, primo tra tutti quello di essere rubata. Se portate la macchina fotografica al mare dovreste evitare di tenerla incustodita. Il rischio di vedervi sparire la reflex da sotto gli occhi è molto alto soprattutto se qualcuno ha visto che la stavate usando e che quindi ce l’avete a portata di mano.
Un altro problema sono le alte temperature che possono danneggiare reflex e obiettivi: se decidete di lasciare la fotocamera in macchina assicuratevi che sia parcheggiata all’ombra.

Sabbia e salsedine: questi due agenti con cui si viene a contatto automaticamente quando si va al mare, sono molto dannosi per la nostra reflex perché si infilano ovunque e rischiano di danneggiare la nostra fotocamera irrimediabilmente. Quindi per proteggere al meglio la nostra fedele attrezzatura, non poggiamo la borsa che la contiene direttamente a contato con la sabbia ma basterà poggiarla su un telo mare.
Se riusciamo a tenere la borsa fotografica lontana dalla sabbia e stiamo attenti a non avere granelli sulle nostre mani quando prendiamo la reflex dalla borsa, fotografare e poi riporla nella stessa, basta a scongiurare pressoché qualsiasi pericolo. Per stare più tranquilli possiamo dotarci di una custodia protettiva contro gli agenti atmosferici. In commercio se ne trovano di tutti i tipi, ecco alcuni esempi:

Un altro accorgimento e di montare sulla lente frontale un filtro neutro di protezione (filtro UV), potrebbe arrivare qualche granello e graffiare la lente, non si sa mai. Inoltre vi consiglio di non cambiare l’obiettivo in spiaggia: con il vento, la salsedine e la sabbia che potrebbero infilarsi dappertutto non è il massimo.

L’ultimo accorgimento riguarda il treppiede: non appoggiatelo mai direttamente sulla sabbia perché i granelli possono infilarsi nei tubi telescopici delle gambe e crearvi problemi. Se proprio volete usarlo su una spiaggia sabbiosa poggiate le gambe su un telo mare.

Ora siete pronti per andare a fotografare al mare!

Buona luce e buone foto!

No votes yet.
Please wait...

Su Redazione

Potrebbe interessarti anche

aurora polare

Aurora Polare: Come fotografarla?

L’aurora polare, che prende il nome di aurora boreale nell’emisfero nord e aurora australe nell’emisfero …

Un Commento

  1. Bell’articolo,
    anche perchè sempre più persone scattano foto al mare e troppo spesso non considerano a cosa bisogna davvero stare attenti per non rovinare la propria attrezzatura fotografica 🙁

    Il suggerimento sull’uso corretto del treppiedi è la prima volta che lo leggo su internet ma è decisamente valido, soprattutto in caso di sabbia molto fine o mista ad acqua salata.

    Nel caso in cui voleste approfondire l’aspetto relativo alla protezione della fotocamera (e dell’attrezzatura fotografica) da altri agenti atmosferici esterni (non solo sabbia, ma anche acqua, ghiaccio, freddo, gelo, ecc…) puoi trovare interessante questa maxi guida sull’argomento: http://www.diventarefotografodavventura.it/come-proteggere-la-macchina-fotografica/

    In ogni caso ancora complimenti per i belli articoli sulla fotografia che pubblicate!
    Un saluto
    Matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *