Ultime Notizie
Home >> Sport e tempo libero >> Fotografia >> Manuali di fotografia >> Scatto digitale: modalità automatica o manuale?
scatto

Scatto digitale: modalità automatica o manuale?

Differenza tra le modalità di scatto. Automatica o manuale: quale scegliere?

  • Nella modalità di scatto Automatica, indicata sulla ghiera con un simbolo verde o una A+, la fotocamera fa tutto automaticamente. Il fotografo deve solo fare attenzione alla profondità di campo (PDC).
  • La modalità di scatto Program è indicata sulla ghiera con la lettera P con questa impostazione si ha il controllo automatico dei soli parametri di esposizione, mentre bisogna impostare separatamente la messa a fuoco, gli ISO, il bilanciamento del bianco e, in alcuni modelli di fotocamere, anche l’apertura del diaframma. Per le sue caratteristiche il modo Program è consigliato per la fotografia in viaggio, che spesso comporta situazioni in cui non si ha il tempo di impostare manualmente molteplici parametri, ma in cui si vuole mantenere la possibilità di alterare singoli parametri al bisogno.
  • Il modo a Priorità di Tempo viene indicato sulla ghiera con una S o con le lettere Tv. Questo è il modo che permette di modificare il tempo di esposizione mentre la macchina calcola automaticamente apertura e ISO. Viene usato ovviamente, quando in una foto ci interessa unicamente modificare il tempo di esposizione. Le situazioni più comuni in cui ha senso ricorrere a questo modo di scatto sono: in eventi sportivi o eventi simili in cui vogliamo che il tempo di scatto sia molto breve e in situazioni in cui la luce è scarsa, dove vogliamo che il tempo sia sufficientemente basso.
  • Modalità a Priorità di Diaframma, viene indicata sulla ghiera con una A o con Av. Questo modo di scatto, ovviamente, permette di modificare l’apertura del diaframma mentre la fotocamera modifica gli ISO e il tempo di esposizione. Viene utilizzata ogni qualvolta vogliamo avere il pieno controllo sulla profondità di campo. Il modo Av serve anche nei casi in cui vogliamo che la fotocamera riceva la massima quantità di luce possibile, aumentando al massimo l’apertura.
  • Nella modalità di scatto Manuale è indicato sulla ghiera con la lettera M. Lo utilizzano soprattutto i fotografi professionisti perchè questa modalità permette di avere pieno controllo su ogni parametro della foto.
    Si tratta, come potete intuire, del modo più difficile da usare, che richiede una profonda e consapevole pratica con i modi precedenti. Ci sono inoltre alcune situazioni in cui sarà praticamente inevitabile usarlo, come le lunghissime esposizioni richieste dalla fotografia notturna.

Spero che questo articolo vi abbia schiarito un po’ le idee su quale modalità di scatto usare e quando. Da in3click.tv buona luce.

No votes yet.
Please wait...

Su Redazione

Potrebbe interessarti anche

stelle

Stelle: Obiettivo rivolto al cielo

Prima di uscire così allo sbaraglio, assicuratevi che non ci sia la luna e controllate il meteo assicurandovi che non piova o che non ci siano nuvole ad oscurare le stelle, trovatevi un posto alla larga da ogni fonte luminosa: anche un palo della luce posto a 200 metri da voi può rovinare la vostra foto con un bagliore arancione. Specialmente chi abita in città dovrà fare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *