Ultime Notizie
Home >> Attualità >> Halloween nel Mondo: tradizione ed usanze
halloween

Halloween nel Mondo: tradizione ed usanze

Pipistrello_nero

Misteriosa tenebrosa, seduttiva, coinvolgente, elettrizzante, spettrale, magica, … Sono tanti gli aggettivi che si potrebbero aggiungere per definire la festa di Halloween

Una cosa è sicura: lo spirito di Halloween è contagioso. E’ forse questo il motivo per qui, oggi la Festa di Halloween è una della più diffuse in tutto il mondo.
Da quando è nata, molto tempo fa, Halloween ha stimolato negli uomini la loro creatività, aiutandoli a familiarizzare con le loro paure, guardando, anche solo per una notte, la realtà da un altro punto di vista.
Per i Celti Halloween era un modo per salutare l’arrivo della stagione invernale. Per la Chiesa delle origini, invece, era la vigilia di Ognissanti (in inglese All Hallows Eve). Nell’America degli emigranti, Halloween è stata la prima festa multietnica e popolare.
Dagli anni cinquanta è diventata la festa dei bambini con il simpatico motto Dolcetto o scherzetto? (Trick or treat?).
Negli ultimi anni la notte del 31 ottobre viene celebrata come festa fantasy: una specie di irriverente carnevale dai toni macabri.
Oggi Halloween si può considerare a tutti gli effetti una festa globalizzata, celebrata in tanti modi diversi in svariate parti del mondo.

Alcuni esempi:

In italia
..Halloween è ormai una festa esplosa anche nel nostro paese, che coinvolge grandi e piccini. Vissuta come una sorta di carnevale snaturalizzato e fuori tempo, che ci da la possibilità di festeggiare e travestirci anche a un passo dal Natale.

Stati Uniti
… dove la maggior parte degli americani investe il suo tempo per decorare le proprie case con zucche, ragnatele e scheletri finti, organizzare feste a tema in ufficio e non può mancare il classico tour dei bambini che andando di casa in casa “minacciano” con il loro “Dolcetto o scherzetto?”. Assai nota anche la parata di New York che si svolge ogni anno a Manhattan, nel quartiere Village.

Il Messico
…religioso a livelli quasi mistici, celebra il Dia de los Muertos: tre giorni di festeggiamenti, dal 31 ottobre fino al 2 novembre. In questa occasione, vengono adornate le tombe dei propri defunti con fiori e decorazioni e come rituale, inscenano una sfilata di una bara con dentro un uomo (vivo) e con il lancio di caramelle, fiori e frutta in segno di benevolenza. Poi, giunto il 2 novembre, i parenti usano festeggiare con un pic nic particolare proprio dentro al cimitero.

In Asia
…in Cina è fra le poche nazioni a festeggiare Halloween, mantenendosi fedele alla propria tradizione e non imitando l’estero. Si chiama Teng Chieh, un momento speciale di raccoglimento spirituale durante il quale vengono poste dinanzi alle foto dei propri cari offerte di cibo e acqua.
In Cina si crede che proprio in questi giorni gli spiriti dei defunti vaghino per il mondo cercando la propria strada. Per questo vengono accesi anche fuochi e lanterne, in modo non solo da segnalarsi ai defunti, ma anche per aiutare questi ad avere luce lungo la via.

Non meno originale l’usanza dei Templi buddisti, dove vengono realizzate grandi e piccole barche di carta che verranno poi bruciate a sera.

La Notte dei morti viventi si avvicina…festeggerete anche voi?

Pipistrello_nero

No votes yet.
Please wait...

Su Redazione

Potrebbe interessarti anche

sleeveface mollat-660

Sleeveface : la libreria Mollat diventa Social

Sapete cos’è uno “Sleeveface”? Magari qualcuno già lo sa e altri lo sanno ma non …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *