Ultime Notizie
Home >> Cucina >> CHEF GIUSEPPE MANCINO Ospite al Vinile di salerno.
chef giuseppe mancino

CHEF GIUSEPPE MANCINO Ospite al Vinile di salerno.

CHEF GIUSEPPE MANCINO

La cucina d’autore dello chef Giuseppe Mancino, due stelle Michelin ospite al Vinile

Vini THE GREAT GIG IN THE WINE: la storia di un viaggio, un racconto pieno di colori e profumi, attraversando territori da scoprire.

Mercoledì 28 ottobre 2015 – VINILE, via Velia 26, Salerno – Start ore 20.30

SALERNO, 19 ottobre 2015. Due chef, due team di cucina, ma soprattutto due stelle Michelin. Raddoppia e si supera il Vinile-Cibo Vino Musica per la nuova edizione di “4Maninpasta”. Protagonista della performance a quattro mani con lo chef resident Giovanni Sorrentino un ospite d’eccezione, un grande maestro della cucina d’autore, Giuseppe Mancino, executive chef de “Il Piccolo Principe Gourmet Restaurante” del Grand Hotel Principe di Piemonte di Viareggio. Due stelle Michelin, due forchette della guida de Il Gambero Rosso e un cappello de L’Espresso per il cuoco originario di Sarno, ma da dieci anni trasferitosi in Versilia, che il prossimo mercoledì 28 ottobre alle ore 20 sarà di scena al Vinile. Ad accompagnare il menù realizzato a quattro mani la selezione di vini The Great Gig In The Wine: non un semplice catalogo di vini, ma la storia di un percorso da compiere insieme, un viaggio pieno di colori e profumi, attraversando territori da scoprire. L’obbiettivo è quello di condividere la visione del mondo del vino, popolato da artigiani, attraverso storie e racconti racchiusi nei grappoli d’uva.

“4Maninpasta” non è una sfida, ma un incontro sinergico tra due diverse filosofie di approccio alla cucina finalizzata alla creazione di una degustazione assolutamente unica ed irripetibile, con il recupero di sapori da proporre al pubblico in un’atmosfera conviviale e a tratti goliardica. Un vero e proprio show cooking nella cucina a vista di via Velia, senza separazione con i clienti, che dialogano e brindano con gli chef durante la preparazione di piatti meravigliosi, sofisticati allo sguardo e delicati al palato, giocati su armonie e contrasti di gusto, fino a sorprendere o a lanciarsi in sperimentazioni estreme.

Lo chef Mancino, trentatré anni, dopo aver frequentato l’istituto per i servizi alberghieri e la ristorazione di Salerno, inizia l’attività professionale in prestigiosi alberghi e ristoranti, fino ad approdare quasi per caso nel 2005 al Grand Hotel Principe di Piemonte come chef del ristorante “Il Piccolo Principe”. Da allora traguardi prestigiosi con l’inserimento in guide prestigiose, come il Gambero Rosso e l’Espresso, fino ai primi riconoscimenti internazionali con la prima Stella Michelin nel Novembre 2008. Il 2014 è l’anno dell’ulteriore consacrazione e la seconda stella brilla oggi sul Piccolo Principe e sul suo chef. Giuseppe è amante della cucina creativa, ma allo stesso tempo classica, che non alteri i sapori dei prodotti. Come punto di riferimento professionale si ispira al famoso Chef Alain Ducasse, sperando un giorno di avere la sua umiltà e preparazione.
“Abbiamo lavorato tanto per far diventare il ristorante uno dei templi della ristorazione versiliese prima e italiana poi – racconta Mancino al quotidiano Il Tirreno – La prima stella è stata un premio al nostro lavoro, ma anche uno stimolo a fare sempre meglio. La nostra filosofia, alla fine, è semplice, perchè cerchiamo di proporre alla nostra clientela una cucina con gli elementi di base legati ai prodotti del territorio, per poi rivisitarla. Tradizione e innovazione sono due punti fermi. Una formula che ha trovato l’apprezzamento del pubblico e, vista la seconda stella, anche della critica specializzata. È una responsabilità in più. Mantenersi ad altissimi livelli non è mai facile”.

Info & Prenotazione obbligatoria
Disponibilità limitata:
T: +39 089 233769
Fb: www.facebook.com/vinile.salerno
Official Website. www.vinilesalerno.it

L’ufficio stampa Barbara Landi – cell. 346 7917530

Rating: 5.0. From 1 vote.
Please wait...

Su Redazione

Potrebbe interessarti anche

mcdonald's

McDonald’s svela la ricetta delle patatine

Questo video dovrebbe tranquillizzare ma in realtà ha sortito l'effetto contrario: preoccupa di più! Scopriamo quindi che nelle “Mc patatine” ci sono ben 18 sostanze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *