Ultime Notizie
Home >> Musica e Spettacolo >> Gruppi e cantanti >> Noon: l’omonimo EP d’esordio dei Noon
Noon

Noon: l’omonimo EP d’esordio dei Noon

Noon è un progetto musicale che nasce alla fine del 2014. La band è composta da Lorenzo Forte (voce, basso e chitarra acustica) Antonio Tunno (chitarra e cori) e Flavio Paglialunga (percussioni, loop e cori).

Il trio, ispirato da sonorità che richiamano la scena internazionale, cerca di proporre le sonorità fredde caratteristiche della musica nordeuropea e di dar loro veste nuova immergendole nella tradizione musicale italiana con melodie pop e chitarre a tratti morbide, a tratti taglienti e psichedeliche, rendendo caratteristico e riconoscibile il proprio sound.
La band ha pubblicato il primo EP omonimo agli inizi di aprile che vede la collaborazione di MartePress (già collaboratrice di Nobraino e di Dellera degli Afterhours) per distribuzione e ufficio stampa.

“Noon”: l’omonimo EP d’esordio dei Noon
Quattro brani per un lavoro minimale, un viaggio in compagnia di in una piccola e densa galleria di personaggi
Ha debuttato venerdì 10 aprile “Noon”, l’omonima opera prima dei Noon, un EP composto da quattro tracce che segna insieme l’esordio discografico e il nuovo punto di partenza artistico per il trio salentino.
Titoli enigmatici e misteriosi compongono la trackilist, a partire dalla iniziale “Valdaro”, brano che descrive l’effimero del tempo, che inesorabilmente procede e sembra far perdere lentamente valore ai nostri sentimenti, dagli affetti svaniti a quelli mancati, dalle promesse non mantenute ai progetti non riusciti e tutto ciò di cui siamo convinti che con l’avanzare degli anni si trasforma in un semplice ricordo.
“Scatola#1” si pone quasi voglia essere una mise en abyme, in cui gli oggetti di natura quotidiana contenuti appunto nella scatola del titolo sono carichi a loro volta di un rispettivo significato, di un momento ben preciso legato a dei ricordi, a degli attimi o momenti che prima o poi siamo costretti ad affrontare.
“Cerbero”, come la figura mitologica, rappresenta un tramite tra inferno e paradiso, con la voglia di prenotare un posto all’inferno perché lì è tutto concesso, quasi fosse un paradiso senza pregiudizi.
Chiude il lavoro “Duluth”, una dedica finale ad una persona un tempo vicina a noi, ma che adesso ha una vita altrove. L’uscita di “Noon” è stata anticipata dalla pubblicazione del videoclip del primo singolo “Valdaro” (video a fine articolo), previsto con un’esibizione live il 3 aprile scorso a Cutrofiano (in provincia di Lecce), a cui è seguito la presentazione ufficiale dell’album il 23 aprile a Nardò (Le).

“Valdaro”: Il primo singolo tratto dall’omonimo album d’esordio dei Noon
Una riflessione sul lento ed inesorabile incedere del tempo, con al centro la figura femminile vista nelle tre fasi della sua vita
Una metropolitana e il suo percorso regolare, lineare, costante, animata da una serie di personaggi con i propri stati d’animo, a volte contrastanti, a volte complementari: è il videoclip di “Valdaro”, il primo singolo tratto dall’omonimo album di debutto dei Noon.
La scelta di utilizzare lo scenario di una metropolitana (quella di Torino) in corsa è stata ponderata e fortemente voluta, cercando in questo modo un accostamento allo scorrere del tempo e dei tempi; di contro, l’utilizzo dello slow motion, attraverso il quale riprendere e mostrare i personaggi nella loro istantaneità, con al centro la figura femminile nelle varie stagioni della vita (una bambina, una donna ed una signora anziana).
“Valdaro” è stato proiettato ufficialmente in anteprima il 3 aprile al Jack’n Jill Cutrofiano (Le), in un concerto che ha visto i Noon dividere il palco insieme ai Santa Margaret (il nuovo progetto di Stefano Verderi de Le Vibrazioni), come anticipazione dell’uscita del disco avvenuta il 10 aprile.

Noon Band

Credits
Scritto e diretto da Errico Palese
Cinematography & Edit: Davide Raia
Assistente alla Fotografia: Riccardo Schito
Si ringrazia per la collaborazione:
GTT – Città di Torino
Lombardia Film Commission Milano

Sitografia
Facebook: NoonBand
Youtube: NoonBand

Fonte: Ufficio stampa e comunicazione – Francesco Lo Brutto e Michele Severino

No votes yet.
Please wait...

Su Redazione

Potrebbe interessarti anche

Due chiacchiere con “PIE” … un artista che travolge e colpisce con l’arma della semplicità

chiacchierata con un artista emergente che sogna di diventare "il Fiorello del sulcis" che ha imparato a farsi amare dalle persone usando le armi della semplicità e dell' educazione. In molti lo conoscono come "Pie" alias

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *