Ultime Notizie
Home >> Musica e Spettacolo >> Gruppi e cantanti >> Due chiacchiere con “PIE” … un artista che travolge e colpisce con l’arma della semplicità

Due chiacchiere con “PIE” … un artista che travolge e colpisce con l’arma della semplicità

Quella che segue non è un’intervista da manuale, bensì il risultato di una piacevole chiacchierata con un artista emergente che sogna di diventare “il Fiorello del sulcis” che ha imparato a farsi amare dalle persone, usando le armi della semplicità e dell’ educazione. In molti lo conoscono come  “Pie” (alias Pietro Paolo Pusceddu) e noi della in3click.tv vi vogliamo raccontare qualcosa in più su di lui.

 A due passi dal centro, aspetto in macchina… dopo che un messaggio su WhatsApp mi avvisa: “scendo!!”
Mi saluta affabilmente, quasi intimidito del fatto che ci si interessi a lui. Ci dirigiamo alla prima caffetteria tranquilla che ci permetterà di chiacchierare.

Teme che io accenda il registratore.. poi con tono pacato, lucidamente critico e diretto comincia a parlare un po’ di lui e a rispondere a qualche mia domanda.

«Ho cominciato ad amare lo spettacolo fin da quando in tv trasmettevano Fantastico e di nascosto ballavo e cantavo quasi in modo istintivo nonostante la mia estrema timidezza nell’adolescenza.
Più tardi, durante gli anni, mi sono dedicato a lavori meno artistici che però mi hanno permesso di coltivare anche se ancora in sordina, la mia passione.
All’inizio fu il ballo di coppia a darmi qualche soddisfazione con alcuni amici e parenti che mi spingevano a proseguire su quella strada anche se non riuscivo a vedere con i miei occhi il talento che invece loro riconoscevano in me, nonostante le gare vinte.»

– ( la sua espressione perplessa mi fa capire che ancora oggi non è pienamente convinto degli obbiettivi raggiunti in quel campo ma preferisco non interrompere e continuare a sentirlo raccontare..) –

«Avendo l’appoggio della mia famiglia – (è il più piccolo di 7 figli) – e degli amici il passo è stato abbastanza breve e animazione e intrattenimento sono diventati parte delle mie giornate.pie3 Ovviamente il mio primo amore, il ballo, non l’ho mai abbandonato infatti sono uno ZIN™ (Zumba® Instructor Network) in 2 palestre.
Ora ho la fortuna di fare un lavoro che mi piace e mi appassiona, per questo quando mi chiedono di fare “straordinario” gratuito durante un matrimonio o per una serata karaoke o Piano-Bar non rifiuto Mai.. Per essere chiari: mi stanno solo chiedendo di continuare a divertirmi con loro, la fatica e l’orario no esistono quando ami così tanto quello che fai!!»

Approfittando per la sua pausa caffè…
“Cosa sta succedendo intorno a te? Questa non è la prima intervista che ti propongono.”

«Si è vero, e la cosa mi ha sconvolto..! Non so cosa stia succedendo ma ne sono lusingato, penso sia una dimostrazione d’affetto da parte di chi mi conosce e mi vuole bene. Sono sempre stato una persona umile e scoprire che più persone si stanno interessando perchè si parli un po’ di me, mi ha imbarazzato ed entusiasmato allo stesso tempo.»

– Allora visto che ho il piacere di essere la prima ad intervistarlo mi tolgo qualche altra curiosità: ”Il tuo carattere è quello di una persona apparentemente sempre “zen” ma c’è almeno un aspetto del tuo lavoro che ti fa saltare i nervi?”-

«Ovviamente si.. ed è la gente maleducata unita.. a chi, bevendo troppo, perde il controllo..e nei locali, questo succede spesso. Sono una persona molto tranquilla ma in tanti sanno che le mie serate e non possono essere rovinate da momenti di esagerazione. Mi spiego meglio: se qualcuno sceglie di venire al karaoke io sono il responsabile della riuscita della sua serata, per questo non permetto a nessuno di disturbare l’ambiente rilassato che creo e pretendo. Nonostante possa sembrare una persona sempre felice e rilassata vivo come molti i miei momenti di tristezza ma quando mi trovo tra la gente non esiste più nulla e a volte sono proprio quelle persone a cambiarmi la giornata ricordandomi perchè sono uscito di casa. Diciamo che dimostro la mia riconoscenza a queste persone attraverso il mio impegno nel lavoro.»

– “Effettivamente sei una persona solare e divertente o comunque questo, è ciò che trasmetti. Ma parliamo di cose serie… da poco migliaia di persone hanno visto tutto quell’entusiasmo sopra il palco di un concerto dei.. Negramaro..”

– (si illumina) –
«I Negramaro.. la mia passione, ho 39 anni e non ci sia aspetta tanto trasporto adolescenziale eppure è così. Sono artisti che ammiro da tempo. Riesco ad immedesimarmi nelle loro canzoni ..lo so come fanno molti.. ma è un piacere lasciarsi trasportate dalle emozioni della musica, che per me è tutto.pie2
Sapevo, anzi sentivo da tempo che sarei salito la sopra e così è stato. Un’emozione fortissima, quel palco era mio e quella gente la sotto, per un breve istante era la per me.. Mi sono talmente emozionato che ho cominciato a correre in ogni direzione dimenticandomi della presenza di Giuliano (Sangiorgi, il cantate) a pochi passi da me, ma non potevo fermarmi!! »

– Gli chiedo di mostrarmi i suoi tatuaggi ispirati alle loro canzoni.. e con tanta soddisfazione mi ricorda che proprio Sangiorgi ha messo le foto di quei tatuaggi tra i suoi preferiti di Twitter.
Ma il tempo sta correndo rapidamente e dobbiamo salutarci, però prima voglio fargli un’ultima domanda: “ hai un messaggio che vorresti passasse con la tua prima intervista?”-

« in realtà vorrei solo che certe persone che.. ho perso per strada e che hanno tradito la mia fiducia capissero che se una persona è buona non vuol dire che sia… sprovveduta. Ho sofferto per tradimenti ed abbandoni ma ora credo fossero persone che non mi hanno mai capito davvero e per questo ne hanno approfittato fino a tradirmi. Se però ho tanti amici pronti a dimostrarmi costantemente il loro affetto magari, prima o poi, chi ha deciso di non esserci più per me capirà che forse ha sbagliato. »

No votes yet.
Please wait...

Su Redazione

Potrebbe interessarti anche

Noon

Noon: l’omonimo EP d’esordio dei Noon

Noon è un progetto musicale che nasce alla fine del 2014. La band è composta da Lorenzo Forte (voce, basso e chitarra acustica) Antonio Tunno (chitarra e cori) e Flavio Paglialunga (percussioni, loop e cori). Il trio, ispirato da sonorità che richiamano la scena internazionale, cerca di

Un Commento

  1. Marcella Pusceddu

    GRANDISSIMO PIEE…. <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *