Ultime Notizie
Home >> Viaggi e Vacanze >> Escursioni >> Vesuvio – escursione sul cratere

Vesuvio – escursione sul cratere

Il Vesuvio ha un potere magnetico sulla nostra attenzione, ci mostra fiero la sua pericolosa bellezza, ci infonde energie insieme a paure.

Domina uno dei golfi più affascinanti del mondo, è molto temuto eppure abitato fin sopra le pendici. Con il Monte Somma, la cui cresta si affianca al cono, formava un unico imponente vulcano poi stravolto da violente eruzioni, tra cui quella che fermò il tempo di Pompei ed Ercolano.
Con la sua lava, inoltre, il Vesuvio ha contribuito alla fertilità della Campania Felix, consentendo una straordinaria biodiversità e grandissime tradizioni enogastronomiche.

PARCO NAZIONALE DEL VESUVIO
Liberandoci da timori e metafore, scopriamo che il Vesuvio è uno dei parchi protetti più suggestivi del pianeta, una meta imperdibile per gli amanti del trekking e dell’escursionismo in Italia.
Con i suoi oltre 50 chilometri di sentieri, pur essendo il più piccolo d’Italia, il Parco Nazionale del Vesuvio offre una grande varietà di percorsi, con differenti livelli di difficoltà.
Il Parco include anche una riserva forestale (la “Riserva Tirone“), la prima area wilderness vulcanica d’Italia ed un ecocampus educativoQuesta ed altre recenti iniziative fanno del Parco un’importante sperimentazione di politiche ecologiche in un contesto molto difficile, fortemente antropizzato ed urbanizzato. Politiche che purtroppo non hanno evitato la scandalosa apertura di una discarica temporanea al suo interno, in località Cava Sari, nel caos della famigerata emergenza rifiuti.

vesuvioTREKKING SUL CRATERE
Affacciarsi sull’orlo del cratere è un’esperienza da brividi. Le sue altissime pareti interne sono impressionanti. Minerali e licheni donano alla roccia mille forme e colori. In qualche punto si alzano le fumarole. Per i più curiosi, con le guide vulcanologiche presenti sul posto è possibile scoprire la storia e i segni delle eruzioni, l’evoluzione degli studi sull’attività del vulcano e le sue peculiarità rispetto ad altri. L’emozione di camminare sul bordo del cratere è doppia, perché alla visione interna al vulcano fa da contrappunto il magnifico panorama sulla costa partenopea, una vista che spazia dalla Penisola Sorrentina ai Campi Flegrei, dalla Valle del Sarno alla città di Napoli, dal suo arcipelago alla sua cinta metropolitana.
Ci sintonizziamo sui ritmi lenti della meditazione e percepiamo che laggiù gira tutto troppo veloce!

vesuvioSALIAMO AL VESUVIO DA ERCOLANO
Il modo più semplice ed economico per raggiungere il cratere è partire da ErcolanoLa strada asfaltata risale il Vesuvio passando i depositi lavici dell’eruzione del 1944, le sculture della mostra permanente “Creator Vesevo” e l’Osservatorio Vulcanologico Vesuviano, fondato nel 1841, il primo in Italia.
Al piazzale a quota 1.000, l’asfalto lascia spazio al sentiero che risale il Gran Cono attraverso una serie di tornanti molto suggestivi da cui si ammirano anche la cresta del Monte Somma e la Valle del Gigante che lo separa dal Vesuvio. Per accedere al cratere è necessario pagare un pedaggio.

Comm’è bella ‘a muntagna stanotte!
Come è bella la montagna stanotte!
Bella accussì nun ll’aggio vista maje!
Bella così non l’ho mai vista!
‘N’anema pare rassignata e stanca,
L’anima sembra rassegnata e stanca,
Sott’ ‘a cuperta ‘e chesta luna janca.
Sotto la coperta di questa luna bianca.

No votes yet.
Please wait...

Su Daniela Gandrabur

Il guerriero sa che è libero di scegliere ciò che desidera: le sue decisioni sono prese con coraggio, distacco e, talvolta, con una certa dose di follia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *