Ultime Notizie
ti-racconto-una-ricetta-cucina-casereccia-maria-rosaria-de-luca

Ci sono sapori e profumi che non passano mai di moda. Sarà che poi, alla fine sono quelli che hai scoperto a casa da piccolo, magari con la mamma e con la nonna quando facevano la pasta in casa e tu, senza farti vedere “rubavi” un pò di quella ricotta e spinaci preparata per il ripieno. Perchè tutto sommato il gusto si forma come l'amore: ci vuole tempo, passione e tanti buoni ingredienti, ma è da piccolo che lo conosci nella sua prima forma. Che poi è quella che mai passerà. Gusto e amore ..Oppure.. amore per il gusto!


ti racconto una ricetta - cucina casereccia - fatta a mano La cucina italiana è carica di storia e di genuinità, tutte cose che nella “cucina casereccia” vengono tramandate di generazione in generazione. Ogni regione ha una sua storia culinaria, e ogni paese o citta ha un pezzo di quella storia. Sapori che si mischiano al paesaggio, alla terra e al mare, alle abitudini di chi da sempre ripone nel momento del pasto la giusta importanza.

Cucinare è un'arte oltre che una passione, questo si sa, e ultimamente i metodi e le tradizioni della “cucina casereccia” stanno tornando sui nostri tavoli. Magari presentate in contesti più moderni, ma sempre con un cenno ai sapori e ai ricordi di quando quel cibo, cucinato alla “vecchia maniera”, ci ha reso felici.

Nell'epoca dei “Reality Show”, dove ci stanno indottrinando a seguire schemi e stereotipi ben precisi, con un retrogusto inesistente e un sapore piatto, ci si sta convincendo sempre di più che il ritorno alla cucina casereccia, quella vera, sia ormai un lusso ben maggiore dei piatti elaborati e sofisticati che arrivano addirittura a sfumature "molecolari".


Il cibo fresco e genuino oltre alle la tradizioni tornano quindi di moda, lasciando indietro quella che prima era una cucina per pochi e che ora, grazie alla tv e alla globalizzazione è diventata una cucina per tutti. Si, è più facile trovare del "sushi" al supermercato che un ortaggio o un frutto di qualità. La scelta degli ingredienti resta una delle cose più importanti oggi, perchè al contrario della nonna che aveva il suo orticello da cui raccogliere i pomodori, le zucchine e le melanzane oggi ci troviamo a dover scegliere fra banchi frigo, cataste di alimenti decongelati e altre materie prime che tutto hanno tranne che essere genuine, oltre che di dubbia provenienza.

Ma per fortuna c'è ancora la possibilità di trovare produttori, coltivatori e allevatori non industrializzati, che permettono di avere qualità e genuinità, oltretutto senza le tonnellate di plastica che i grandi centri commerciali ci rifilano assieme gli alimenti. Il bello della cucina casereccia sta anche qui: si interrompe quella industrializzazione che ormai ha reso tutto dello “stesso colore” per dare spazio ad un pò di calore e sapore, caratteristiche date sopratutto dalla freschezza dei cibi preparati.


ti racconto una ricetta - cucina casereccia - zuppa

E poi, che storie possiamo trovare dietro ad un piatto “industriale”? Che ha da raccontarci oltre alle istruzioni per la sua cottura al microonde? Le ricette della cucina casereccia sono ricche di tradizione e di storia, ogni piatto, ogni passaggio della preparazione, ogni singolo ingrediente ha una sua storia, spesso da raccontare o da tramandare.

Storie e segreti che dall'antichità vengono tramandate di generazione in generazione, e che i cuochi più rinomati e consciuti studiano e utilizzano per dare quel particolare tocco che rende uniche le loro creazioni. Sapere come viene tramandata una ricetta equivale a prendere possesso dei piccoli segreti che la renderanno unica, magari poi anche originale con qualche piccola variante. La storia della cucina casereccia insomma è alla base di quel buon piatto di orecchiette al pesto o di lasagne al ragù che tanto vi mandano in estasi solo a sentirne il profumo poco prima di dare sfogo al vostro appetito.


..Gustose, fumanti, saporite lasagne fatte in casa, con farina, acqua e poco olio e un pizzico di sale, cotte in abbondante acqua bollente per poi essere coronate sul piatto, ancora fumanti con un sugo rosso e un poco di basilico in cima, pronte a essere spolverate di parmigiano prima di andare in trionfo sulla tavola ed essere arrotolate sulla vostra forchetta..


Vi ho fatto venire fame.. vero?

  • Pizza: dalle origini a oggi

    Qualcuno ha lasciato acidificare la pasta scoprendo che diventava più buona, cuoceva meglio ed era più digeribile. E così che nacque la pasta lievitata. Poi migliorando

    Leggi tutto »

cucina casereccia - maria rosaria de lucaMi Chiamo Maria Rosaria De Luca, sono una mamma con una grande passione per la cucina casereccia, e per le tradizioni che questa porta. Ho passato anni a sperimentare in cucina ricette che provengono dalla tradizione italiana, rispettando sapori, ingredienti e metodo. Questo perchè credo che, al di là della teoria, sia la pratica tramandata a mano quella che realmente fa la differenza, assieme ai piccoli segreti che le cuoche casereccie difficilmente svelano.


Sono da tempo una FoodBlogger, ho scritto tantissimo e sto iniziando a pensare che, oltre il web prima o poi pubblicherò un ricettario che racconterà anche senza tecnologia la storia delle prelibatezze che mangiate a casa della mamma, della nonna, o se siete fortunati in qualche vecchia osteria o ristorante.


La scelta degli ingredienti e la storia della ricetta sono alla base delle mie creazioni in cucina, che hanno come scopo principale quello di vedere soddisfatti gli ospiti della mia tavola.

E poi, quando guardi la faccia di chi per via delle abitudini, della vita stressante, del lavoro finalmente si ferma a pranzo o a cena e sgrana gli occhi dopo aver assaggiato un sano piatto di tagliatelle fatte in casa, o un dolce fra i più semplici e saporiti... bhe.. quella è vera soddisfazione. La cucina italiana, mediterranea, è un mondo da scoprire e da oggi, puntata dopo puntata lo faremo assieme.


Come diceva Daniel Pennac: “In cucina funziona come nelle più belle opere d’arte: non si sa niente di un piatto fintanto che si ignora l’intenzione che l’ha fatto nascere”