Ultime Notizie
Home >> Ricetta >> Coniglio alla siciliana
coniglio alla siciliana

Coniglio alla siciliana

ricette in3click

Il Coniglio alla siciliana è un secondo piatto sfizioso ideale per i pranzi della domenica ma anche per delle cene o occasioni speciali.

E’ una delle ricette più squisite e popolari della cucina tipica dell’isola. Non è complicato prepararlo e farete colpo sugli ospiti che, vi garantisco, non mancheranno di apprezzare questo gustoso secondo.

Stampa la Ricetta
Coniglio alla siciliana
Piatto Secondi
La Cucina Italiana
Tempo di preparazione 80 minuti
Tempo di cottura 70 minuti
Tempo Passivo 10 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
  • 800 gr coniglio tagliato a pezzi
  • 50 gr vino bianco
  • 50 gr brodo
  • 50 gr Olio
  • 50 gr olive verdi snocciolate
  • 50 gr olive nere snocciolate
  • 200 gr pomodori
  • 1 cucchiaio capperi
  • 1 pz peperoncino
  • 2 spicchi aglio
  • qb Sale
  • qb Pepe
Piatto Secondi
La Cucina Italiana
Tempo di preparazione 80 minuti
Tempo di cottura 70 minuti
Tempo Passivo 10 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
  • 800 gr coniglio tagliato a pezzi
  • 50 gr vino bianco
  • 50 gr brodo
  • 50 gr Olio
  • 50 gr olive verdi snocciolate
  • 50 gr olive nere snocciolate
  • 200 gr pomodori
  • 1 cucchiaio capperi
  • 1 pz peperoncino
  • 2 spicchi aglio
  • qb Sale
  • qb Pepe
Istruzioni
  1. Lavare il coniglio in acqua salata e aceto
  2. Inserire nel boccale l'aglio 3 secondi vel 7
  3. Aggiungere le olive nere e verdi 3 secondi vel 5
  4. Versare l'olio 3 minuti 100° vel 1
  5. Unire il coniglio 10 minuti temperatura Varoma antiorario vel 1
  6. Aggiungere i capperi e il peperoncino 5 minuti 100° antiorario vel 1
  7. Salare e pepare , unire i pomodori tagliati a pezzi, il brodo e il vino 45 minuti 100° antiorario vel 1
Qualche suggerimento

Per chi non ama il coniglio, niente paura! Anche il pollo è ottimo cucinato in questa maniera e vi garantisco che il risultato è a dir poco eccezionale

No votes yet.
Please wait...

Su Noemi Sitzia

“Preoccupati più della tua coscienza che della reputazione. Perché la tua coscienza è quello che tu sei, la tua reputazione è ciò che gli altri pensano di te. E quello che gli altri pensano di te è problema loro.” [cit.]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *